Tutti i post in News

Al via il progetto “Fast Recharge Plus” Enel-Eni

Fast Recharge Plus Enel

È ufficialmente partito il progetto per portare le colonnine di ricarica veloce anche nel nostro Paese.
Dalla join venture tra Eni e Enel è nato il programma Fast Recharge Plus; il primo sistema è stato installato in un’area di servizio, a Pomezia, di proprietà della multinazionale italiana di idrocarburi.

Le nuove infrastrutture Enel prevedono la ricarica simultanea di tre autovetture in corrente alternata o continua a 50Kw, 22 e 43. Al momento le installazioni sono previste sulle superstrade e sulle autostrade, per consentire ai proprietari delle auto elettriche di spostarsi più agilmente anche al di fuori dei centri urbani.

Anche l’Italia sta muovendo passi avanti verso la “guida elettrica”… meglio tardi che mai!
Con il contributo del nostro Paese potremo migliorare il primato della percorrenza media delle auto elettriche.

Auto elettriche BMW e la ricarica wireless

BMW i8 ricarica wireless

Le news più interessanti dal Consumer Electronic Show (CES) 2015 di Las Vegas sono arrivate dalle case automobilistiche tedesche; dopo avervi presentato la lussuosa “supercar salotto” Mercedes F015 a guida autonoma, vi proponiamo l’innovativa tecnologia di casa BMW.

Parliamo di ricarica wireless; proprio così, in futuro non avrete più la necessità di utilizzare gli scomodi cavi per rinvigorire le batterie della vostra auto elettrica, basterà parcheggiare la vettura sopra al sistema installato nella pavimentazione del vostro box.

A Las Vegas, al CES, fiera mondiale sull’elettronica di consumo conclusasi pochi giorni fa, questa tecnologia di nuova generazione è stata presentata con una dimostrazione pratica, utilizzando la supersportiva ibrida i8 (ma non dimentichiamoci che si possono ricaricare anche le full-electric, come la i3, per rimanere in casa BMW).

BMW i3 i8

Due spire, una installata a terra e l’altra tra le due ruote anteriori del veicolo, sono le uniche componenti necessarie per la ricarica senza fili, che avviene tramite campi magnetici a 3,3 kW (ma che può aumentare fino a 7 kW). Uniche condizioni imposte per il funzionamento è la totale assenza di oggetti che interrompano il flusso di energia e il perfetto allineamento tra le spire (manovra agevolata da sensori). È garantito il funzionamento anche in caso di pioggia o neve.

Tempi di ricarica previsti di circa due ore (pari a quelli impiegati tramite cavo con il sistema Wallbox) per avere le batterie della vostra auto ad avviamento elettrico a piena autonomia. Infine possiamo anticiparvi che i tecnici BMW stanno già sperimentando una connessione tra l’impianto di ricarica e una app per smartphone, per monitorare lo stato della ricarica.

Qualche mese fa abbiamo presentato su eMuoviti il box a pannelli solari di BMW; chissà se la nuova soluzione presentata in Nevada costerà meno in termini di manutenzione e installazione!
Aspettiamo i prossimi passi dei tedeschi.